Category: Classe 4^ Pressana

marzo 17th, 2017 by Maestro Mirko

Alle 5.00 di mattina, radunati nel piazzale Alpino Terragin, presso le scuole di Cologna Veneta, alcuni ragazzi di classe V di ogni plesso del nostro Istituto Comprensivo si sono ritrovati pronti a partire alla volta di Roma e del Quirinale. Ad accompagnarli c’erano il sottoscritto, maestro Mirko, assieme al Dirigente Lauro Molinaroli, alla collaboratrice del Dirigente, maestra Federica Maggioro, e due insegnanti rispettivamente di Cologna e S. Andrea, Renata Dal Monte e Sonia Olivieri. In tutto l’allegra (ed emozionata) comitiva contava 25 persone.

Un “bagno” nei Giardini del Quirinale.

Si parte puntuali sullo scuolabus e si raggiunge la stazione di Verona Porta Nuova, che si andava vieppiù animando del consueto viavai di viaggiatori e di pendolari. Faceva piuttosto freddo ma questo non è bastato a raffreddare l’entusiasmo dei nostri piccoli “eroi”.

Veniamo accompagnati verso il nostro Freccia Argento dal gentilissimo personale di Trenitalia e, una volta accomodati, riusciamo a partire in perfetto orario. I bellissimi panorami dell’Emilia Romagna, della Toscana e del Lazio sfilano veloci al di là dei finestrini, e verso le 10.00 arriviamo nella capitale, alla stazione Termini, così chiamata perché sorta di fronte alle monumentali Terme di Diocleziano (inizio IV sec. d.C.).

Piazza del Quirinale, Fontana dei Dioscuri

Dopo una passeggiata di circa un chilometro e mezzo fra i meravigliosi monumenti della Città Eterna e accompagnati da un cielo azzurrissimo, arriviamo in Piazza del Quirinale; appena il tempo di qualche foto di gruppo davanti alla fontana dei Dioscuri (i due gemelli divini Castore e Polluce, figli di Giove e Leda) e poi subito si entra nel Palazzo del Quirinale.

Dopo aver consegnato il nostro dono al Presidente (il testo delle Lettere di Giulio Cesare  stampato generosamente  dalla Tipografia “Colore & Stampa” di L. Sandri, che ringrazio), abbiamo avuto l’onore di incontrare i meravigliosi alunni delle primarie di Amatrice con le loro insegnanti, potendo effettuare con loro un primo giro dei fantastici giardini del Quirinale, già palazzo papale e poi residenza dei Savoia.

Alle 12.30, dopo aver fatto il nostro ingresso nel doratissimo Salone delle Udienze, abbiamo incontrato gli alunni di tutte le scuole primarie invitate da ogni parte d’Italia e di lì a poco ha fatto il suo ingresso nella sala regale il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Incontrarlo è stata per noi una grande opportunità, condita da molta, molta emozione. Ecco la domanda rivolta al Presidente da parte del nostro bravissimo Andrea Brocco, che non ha tradito la minima emozione, nonostante la palpabile solennità del momento:

“Signor Presidente, quando aveva più o meno la nostra età che libri leggeva? Ce ne consiglierebbe uno che ritiene importante?”.

Mattarella ha così risposto: “Ho sempre amato leggere molto, sin da bambino. All’inizio leggevo libri di favole – la mia biblioteca di casa ne era ricca – poi sono passato a letture più impegnative man mano che crescevo.

Da ragazzo la mia lettura preferita erano i romanzi di Giulio Verne (oggi tutti lo pronunciano con più esattezza Jules Verne, alla francese, ma quand’ero piccolo lo si conosceva altrimenti), che aveva previsto con largo anticipo le più stupefacenti invenzioni dell’età moderna: l’aereo, il sommergibile… oggi tutta questa “fantascienza” è superata, nel senso che tali invenzioni sono state tutte già realizzate, ma questi scritti mantengono interamente il loro fascino per i giovani. Ricordo con particolare affetto “Ventimila leghe sotto i mari”, scritto emblematico.

Consigliare un libro non è cosa da prendere alla leggera e non mi permetterei mai di imporvene uno a discapito di altri. Mi piacerebbe suggerirvi però “Il Piccolo Principe“, un testo che almeno una volta nella vita vale la pena di leggere, capace di arricchirvi ed offrirvi molti, moltissimi spunti”.

Dopo l’udienza abbiamo stretto la mano al Presidente e abbiamo visitato i grandi saloni dove vengono ricevuti re e ambasciatori stranieri, tra cui quelli affrescati con il ciclo dello Zodiaco per ordine di Napoleone. Abbiamo avuto modo di visitare anche la mostra “Dall’antica alla nuova Via della Seta”, ospitata in Quirinale, dov’era illustrata la storia dei commerci fra la Cina e l’Europa dall’antichità ai tempi di Marco Polo.

In posa con il Corazziere

Dopo la foto di rito con i Corazzieri abbiamo salutato la nostra guida locale e i bimbi di Amatrice e ci siamo messi a “fare i turisti”, visitando tra l’altro l’interno delle Terme di Diocleziano, dove si trova la monumentale chiesa di S. Maria degli Angeli e dei Martiri, progettata da Michelangelo, dove chi scrive ha svolto il ruolo di cicerone.

Espletato l’immancabile acquisto di souvenir, siamo risaliti sul nostro treno e via verso Verona; i bambini dei vari plessi si sono mischiati e hanno avuto modo di approfondire la loro conoscenza reciproca e di socializzare, ricordando i momenti più emozionanti della giornata.

Giunti a Verona si effettua un rapido trasbordo sull’autobus e dopo un po’ rieccoci in quel di Cologna, dove siamo stati accolti da un caloroso applauso da parte dei genitori: i nostri piccoli “eroi” erano a casa, missione compiuta!

Da parte mia, come insegnante, non posso che complimentarmi con i ragazzi e con le loro famiglie per la grande serietà, educazione e profondo senso civico dimostrati per l’intero viaggio. Un grazie particolare va anche al Dirigente e alle colleghe che hanno consentito, organizzato e accompagnato passo passo questo importante traguardo.

Posted in Classe 4^ Pressana, Classe 4^ Roveredo di Guà, Classe 5^ Pressana, Classe 5^ Roveredo di Guà, Classe 5^A Cologna Veneta, Classe 5^B Cologna Veneta, Classi 1^-2^-3^-4^-5^ S. Andrea

febbraio 23rd, 2017 by Maestro Mirko

14 marzo del 44 a.C.

Notizie provenienti dalla Gallia Cisalpina (l’odierno nord Italia) parlano confusamente di un esercito di barbari mai visti prima in marcia verso Ariminium (Rimini).

Cesare, informato di ciò, annulla la prevista seduta in Senato del giorno successivo, mandando così, senza saperlo, a monte il piano dei congiurati capeggiati da Bruto e Cassio, che avrebbero dovuto assassinarlo proprio in quella circostanza.

La maggior parte delle sperimentate legioni cesariane si trova in Macedonia, dall’altra parte dell’Adriatico, da dove avrebbe dovuto iniziar l’invasione di Dacia (Romania) e Partia (Iraq). Il dittatore si sposta quindi a Corfinium con appena tre coorti (poco più di 3000 uomini) e un migliaio di ausiliari, più un piccolo corpo di cavalleria germanica.

Da Corfinium spedisce oltre il Po un piccolo corpo di fanteria ausiliaria comandato da  Decimo  Bruto e un distaccamento di cavalieri per saggiare le intenzioni dei barbari; questi ultimi sono in realtà un gruppetto di volteggiatori francesi che precedono due quadrati di veterani della Grande Armée (2000 uomini circa), nonché un distaccamento di dragoni a cavallo, guidati dal vecchio generale Dumas. Al loro seguito si trascinano faticosamente due pezzi di artiglieria malconci e poche munizioni.

Francesi, a voi la prima mossa; ecco la visualizzazione dei due schieramenti (in rosso i Romani e in blu i Francesi):

 

Posted in Classe 2^D Secondaria, Classe 3^A Secondaria, Classe 4^ Pressana, Classe 5^ Pressana, Senza categoria

gennaio 9th, 2017 by Maestro Mirko

Salve a tutti, in vista del confronto virtuale fra questi due “colossi” del Passato, fondatori dell’età moderna e contemporanea nel campo non solo militare ma anche in quello delle leggi e culturale, consiglio una lettura informativa sulle loro battaglie più famose: Farsalo (48 a.C.) ed Austerlitz (1805):

Farsalo (Cesare contro Pompeo):

http://www.arsbellica.it/pagine/antica/Farsalo/Farsalo.html  (con schemi e letture ricostruttive)

Video:https://www.youtube.com/watch?v=SbABv8c2SKI  (in inglese e con grafica da videogioco, ma è molto chiaro e immediato)

Austerlitz (Napoleone contro l’Impero Austro-ungarico e quello russo):

https://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_di_Austerlitz (molto dettagliato, ha ottenuto la “stella gialla per articolo di qualità su Wikipedia)

Video: https://www.youtube.com/watch?v=cRZYwb5lOuQ

Chi ha tempo di andare in biblioteca può leggersi “Farsalo 48 a.C.” della Goriziana Editrice e “Austerlitz 1805” dello stesso editore.

Tra una settimana esatta posteremo la prima mossa proposta dai bambini della primaria di Pressana. Grazie a tutti per l’attenzione!

Posted in Classe 3^A Secondaria, Classe 4^ Pressana, Classe 5^ Pressana, Senza categoria

novembre 24th, 2016 by Maestro Mirko

Riporto l’articolo de “L’Arena” sull’uscita didattica delle classi III, IV e V di Pressana in occasione dei 220 anni dalla grande battaglia (1796)

15095564_1772372029703045_2372535954222184710_nimg_9393

Posted in Classe 4^ Pressana, Classe 5^ Pressana, Senza categoria

novembre 17th, 2016 by Maestro Mirko

La battaglia di Arcole, grazie a cui il giovane Napoleone Bonaparte sconfisse gli Austriaci del generale Alvinczy e si rese padrone del Veronese, è stata ben ricordata dagli alunni delle classi III, IV e V della scuola primaria di Pressana.

img_9101In partenza per il campo di battaglia!

Il 12 novembre le tre classi hanno visitato il rinnovato (e bellissimo, va proprio detto) Museo Napoleonico di Arcole, che illustra l’intera vicenda dell’Imperatore dei Francesi, dalla nascita ad Ajaccio in Corsica, nel 1769, fino al triste epilogo dell’esilio a Sant’Elena (1821). Grazie alle nostre guide Vanessa e Claudio abbiamo potuto conoscere molto bene la storia di questo protagonista del passato.

 

img_9403Le classi III, IV e V davanti all’Obelisco

Dopo aver visitato il Museo e la mostra sul Veneto dall’età napoleonica all’annessione al Regno d’Italia (1796-1866) ed aver assistito all’allestimento del campo francese da parte dei figuranti che nel pomeriggio avrebbero replicato la battaglia, i bambini, capeggiati dal Sindaco dei Ragazzi Sara Bagatella e dal Vicesindaco Andrea Brocco, si sono recati sul celebre ponte di Arcole, teatro della battaglia, deponendo una corona d’alloro presso l’Obelisco innalzato dallo stesso Napoleone nel 1810. “In memoria di tutti coloro che hanno combattuto qui”, ha detto Sara, “e che hanno scritto una pagina importantissima della Storia d’Europa e del mondo”.

 

img_9399Sara e Andrea (con il maestro)

Posted in Classe 4^ Pressana, Classe 5^ Pressana, Senza categoria

novembre 7th, 2016 by Maestro Mirko

Il nuovo Sindaco dei Ragazzi di Pressana è Sara Bagatella, di classe V, a cui vanno i nostri complimenti e i migliori auguri per il suo impegnativo compito.

Sara è risultata vincitrice, alle elezioni del 29 ottobre 2016, su dieci altri candidati; nuovo Vicesindaco è Andrea Brocco, mentre Presidente della Giunta è Pietro Verlato. Assessori sono stati scelti Luca Marzotto, Alessia Marchetto e Consiglieri Beatrice Montanaro e Salma Bellakhdim.

14938254_1765291083744473_63397352042016377_n

Sara ha ricevuto la fascia sindacale dal suo predecessore Kjara Dusha, ed è subito entrata nel vivo dei suoi impegni istituzionali, incontrando il Sindaco Marzotto il 5 novembre e presenziando alla cerimonia in onore dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate che si è tenuta a Pressana domenica 6 novembre.

Sara ha rivolto un pensiero ai terremotati del Centro Italia e alle vittime dei conflitti in Siria e in Iraq, con particolare attenzione ai bambini.

Auguri caro Sindaco, siamo tutti con te!!!

Posted in Classe 4^ Pressana, Classe 5^ Pressana, Classe 5^ Roveredo di Guà, Senza categoria

ottobre 30th, 2016 by Maestro Mirko

Il mese di ottobre si è aperto con un importante intervento della Protezione Civile alla Scuola Primaria di Pressana; i volontari, accompagnati dalle unità cinofile intervenute di recente nel disastro di Amatrice hanno sensibilizzato alunni e insegnanti intorno alla prevenzione dei danni dovuti ai sismi, mostrando un simpatico ma istruttivo video che qui riproponiamo:

 

Sono seguite diverse immagini inedite scattate dai volontari ad Amatrice, immagini che fanno purtroppo riflettere nella loro drammaticità ma fanno anche apprezzare il lavoro e lo sforzo di queste eroiche persone.

civilino

Infine, una nota simpatica: i nostri amici a quattro zampe hanno fatto simpaticamente irruzione nel cortile della scuola, mostrando le loro sorprendenti abilità.

cinofili

Posted in Classe 4^ Pressana, Classe 5^ Pressana, Senza categoria

ottobre 30th, 2016 by Maestro Mirko

civilta-contadinaVita in campagna all’inizio del ‘900

Il 22 e il 29 settembre è venuto a trovare le classi III, IV e V di Pressana il prof. Giuseppe Battaglia, di Montagnana, per spiegare ai bambini le antiche tradizioni della vita contadina in Veneto tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento.

E’ stato un intervento molto interessante, incentrato sulla produzione del pane e della polenta: attraverso attività pratiche gli alunni hanno scoperto quanti chicchi ha in media una pannocchia di granturco e il vecchio metodo di sgranatura.

“Abbiamo scoperto”, raccontano i bambini, “da dove deriva l’espressione “al calor bianco“, usata ancora oggi: dipendeva dal colore assunto dai vecchi forni a legna quando raggiungevano la temperatura adatta alla cottura del pane”.

Ecco dunque rivivere davanti agli occhi dei bimbi vecchie abitudini, come quella di “scaldar le cuerte co’ le bronze” (riscaldare le coltri del letto con le braci), per stemperare un po’ i rigori dell’inverno in un’epoca in cui scaldasonni o termocoperte naturalmente non esistevano.

Si è scoperta inoltre la versatilità della polenta, che un tempo veniva consumata anche a colazione, assieme al latte; chi ne mangiava però in modo esclusivo, senza abbinarla ad altri alimenti, rischiava di contrarre una malattia debilitante, la pellagra, considerata una vera e propria disgrazia: questo perché, da sola, la polenta era povera di elementi importanti per il nostro organismo, gli amminoacidi.

I bambini hanno accolto con entusiasmo quest’iniziativa, che è andata di pari passo – a cura del Comitato Genitori – con la visita ad un’azienda agricola del territorio e alla preparazione del pane in un vero e funzionante forno dell’Ottocento.

Posted in Classe 4^ Pressana, Classe 5^ Pressana, Senza categoria

marzo 17th, 2016 by Maestro Mirko

Al nostro diorama si è aggiunto il pregevole ponte costruito da un ammirevole papà di classe III; in un secondo momento provvederemo a dipingerlo con dell’acrilico color pietra. Lo stesso faremo, adoperando le tonalità del legno, con la torre di osservazione romana, realizzata dal bravissimo nonno di un alunno della stessa classe.

La pittura delle due fanterie, francese e romana, procede bene. Un’altra fila di fucilieri e poi potremo passare alla cavalleria (carabinieri francesi a cavallo e cavalieri ausiliari romani).

A breve, con la III, la IV e la V, passeremo alla realizzazione del fiume con tempera, resina trasparente, pietruzze e stucco, una vera sfida. Vi lasciamo un po’ di immagini per valutare i nostri progressi.

Ah, naturalmente tutti i piedestalli delle figure andranno poi dipinti per armonizzarsi con il fondo erboso che stenderemo. Da notare, nell’ultima foto a destra, Napoleone con il suo cavallo…

 

Posted in Classe 4^ Pressana, Classe 5^ Pressana, Senza categoria

febbraio 28th, 2016 by Maestro Mirko

La costruzione del diorama che avrà per tema il confronto immaginario fra Giulio Cesare e Napoleone Bonaparte realizzato dalle classi III, IV e V di Pressana ha avuto inizio, come potete vedere dalle fotografie…

 

 

Certo, il lavoro è molto duro, ma siamo sicuri che l’esito finale sarà apprezzabile da tutti…grazie ai miei cari alunni per l’entusiasmo finora dimostrato e per il prezioso supporto tecnico dei loro familiari. Di tanto in tanto posterò altri articoli sull’andamento dei lavori…

Posted in Classe 4^ Pressana, Classe 5^ Pressana, Senza categoria

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi